• 31 Gennaio 2017 /  Senza categoria

  • 21 Aprile 2016 /  Senza categoria

    Esoteric Hitlerist: An Interview With Miguel Serrano

    Born in Santiago, Chile, Miguel Serrano served as ambassador to India from 1953-1962, ambassador to Yugoslavia and accredited in Romania and Bulgaria from 1962-1970, as well as emissary to the International Atomic Energy Agency in Vienna and the United Nations Industrial Development Organization (UNIDO). As editor of La Nueva Edad, Serrano managed and published this magazine from 1939-1945.
    Continua a leggere

  • 31 Gennaio 2016 /  Senza categoria

    Apollonio di Tiana - Il tempio di Wotan. Traduzione in italianoIn realtà la morte non esiste che in apparenza, anche se non vi è nascita alcuna, è solo un apparenza. Il passaggio dall’essenza alla sostanza sembra essere la nascita e il passaggio dalla sostanza all’essenza sembra essere la morte, ma in realtà non si è mai nati né mai morti. Si tratta semplicemente di rendersi visibile tramite la densità della materia e quindi invisibile per la sottigliezza dell’essenza. L’essere è sempre lo stesso, l’unica differenza sta nel fatto che l’uno è in movimento e l’altro in riposo. L’essere ha questa particolarità necessaria, il suo cambiamento è determinato da nulla di esterno a sé; tutto diventa parte e le parti diventano il tutto nell’unicità del tutto. – Platone
    Continua a leggere

  • 12 Settembre 2015 /  Senza categoria

    miguel-serranoLa reincarnazione è solo per l’uomo-animale, per il shudra, il chandala, il robot creato dal Demiurgo, dal Signore delle Tenebre. In forma per così dire meccanica, automatica, si riproduce, si reincarna in distinti corpi, cambiando di sesso, da uomo a donna e persino in animali. L’illusione di una legge karmica serve al Demiurgo tirannico per mantenere assoggettati i suoi schiavi dell’Atlantide. Vale a dire, la reincarnazione degli “spiriti vitali” e della fantasmagoria di un io, creato (copiato) in forma anch’essa archetipica dal Demiurgo, vige solo per l’animale-uomo, per il chandala.
    Continua a leggere

  • 28 Giugno 2015 /  Senza categoria

    Noi, il libro della resurrezione - La LemuriaSotto l’ombra degli ultimi tre alberi del Toromiro, ella cominciò a ricordare gli antichi tempi: “Niente è sopravvissuto di quella gloria, salvo questa piccola isola, cima di una grande montagna sommersa. Niente altro nell’immensa vastità delle acque. Acqua, acqua da tutte le parti. Siamo nel regno delle Acque, sopravvivendo difficoltosamente. Giganti furono gli abitanti del continente scomparso. Dei, più che Dei. Giunsero dal Polo, dalla Stella del Mattino. Quando tutto fu sommerso dalla grande onda, sulle alte cime si salvarono anche alcuni pastori, schiavi della Lemuria, le razze mescolate dell’animale-uomo. Ed il Pesce, il Grande Pesce.
    Continua a leggere

Ascetismo Iperboreo Nordico Polare