• Breve Biografia di Miguel Serrano

    Breve biografia con intervista di Miguel Serrano in italiano
    Miguel Serrano (10 settembre 1917 – 28 febbraio 2009), nato a Santiago del Cile, fu un ambasciatore, diplomatico, filosofo, scrittore e mistico cileno. Serrano è stato il fondatore -o cofondatore- di quello che viene definito “hitlerismo esoterico”, un nuovo credo religioso che secondo l’autore permetterebbe a chi se ne fa seguace di trasformarsi da essere umano in eroe semidivino. Questa dottrina trova la sua prima esposizione ne II cordone dorato, un’opera composita che riunisce in sé influenze eterogenee di natura mistica, esoterica e mitologica, producendo tuttavia un amalgama logico ben strutturato e coerente al suo interno, non una mera giustapposizione acritica di idee “mitopoietiche” di diversa ispirazione.

    Miguel fu ambasciatore in India dal 1953 al 1962, ambasciatore in Jugoslavia e accreditato in Romania e Bulgaria dal 1962 al 1970, così come emissario presso l’agenzia internazionale dell’energia atomica di Vienna e l’organizzazione per lo Sviluppo Industriale delle Nazioni Unite (UNIDO). Miguel Serrano fu – dal 1939 al 1945 – redattore della rivista “La Nueva Edad” in cui pubblicava i suoi articoli.

    Prendendo parte alla seconda spedizione cilena sul continente ghiacciato, l’autore esplorò l’Antartide dal 1947 al 1948 con l’obiettivo segreto di trovare le oasi di acqua dolce. A una montagna i militari cileni diedero il suo nome per onorarlo per essere stato l’unico esploratore civile.

    Come amico di molti yogi in India, amico personale di Nehru, Indira Gandhi e il Dalai Lama, Mr. Serrano era l’unico straniero a ricevere il Dalai Lama nell’Himalaya dopo la sua fuga per via dell’invasione cinese del Tibet.

    Miguel Serrano apparteneva al circolo ermetico fondato da Carl Gustav Jung ( C.G. Jung che scrisse la prefazione del libro di Serrano “le visite della Regina di Saba” e fu l’unica volta che Jung abbia mai scritto un prologo per un lavoro puramente letterario) e Hermann Hesse, nella cui casa visse a Montagnola (Ticino Svizzera) per dieci anni, dopo aver abbandonato la carriera diplomatica così da potersi dedicare completamente alla sua passione per la ricerca e la sua attività come scrittore.

    Egli ha instancabilmente ricercato i misteri come le città mistiche di Shamballah e Agartha in Himalaya ed è ancora (l’articolo risale a prima della sua morte) alla ricerca della Città dei Cesari nelle Ande del Sud America. A un certo punto propose un volo a Hanna Reisch, il famoso pilota collaudatore del Terzo Reich, per penetrare la Terra Cava al Polo sud. Seguendo le orme di Otto Rahn ha visitato le rovine di Montségur nei Pirenei e le grotte nel Sabarthès. Da San Juan de la Pena avviò un esplorazione fino al Camino de Compostela, da cui originariamente si raggiungevano i cromlech di Stonehenge in Gran Bretagna.

    Tra i molti amici notevoli di Miguel Serrano vi erano lo studioso sui catari René Nelli, docente presso l’Università di Tolosa e il poeta famigerato Ezra Pound. Serrano ha sponsorizzato l’unico monumento al mondo dedicato a Pound, che si trova a Medinaceli, Spagna, alla cui inaugurazione hanno partecipato Olga Rudge, compagna di Pound e il principe veneziano Ivancici.

    Gran parte del lavoro letterario di questo autore fenomenale è stato pubblicato da importanti case editrici di New York, Londra, Ginevra, Zurigo, Tokyo, Nuova Delhi e Teheran. I suoi libri sono stati tradotti nelle più importanti lingue europee: spagnolo, inglese, tedesco, francese, italiano e portoghese, così come in hindi, greco, giapponese, persiano, serbo-croato e ungherese.

    Negli anni ottanta Mr. Serrano visse in Cile continuando la sua ricerca mitica nelle magiche Ande del suo continente nativo. Uno spirito inquieto con un intelletto inestinguibile, egli è stato uno dei più imponenti e prolifici scrittori e la più grande avventura mistica della nostra epoca.

    L’intervista che segue è stata compilata dal manoscritto originale di due interviste pubblicate in precedenza in Grecia e in Nuova Zelanda.

    Intervista di Miguel Serrano

    Lei si definisce un “Hitlerista Esoterico”. Può spiegare cosa significhi esattamente questo termine?

    Miguel Serrano: Hitler disse: Chi pensa che il nazionalsocialismo sia solo un movimento politico non capisce niente.” Il nazionalsocialismo è sempre stato hitlerismo fin dall’inizio, e l’hitlerismo ha sempre avuto delle fondamenta esoteriche. Alla fine del 1930 e durante gli anni di guerra non era possibile o conveniente che questi argomenti fossero comunemente noti. Tuttavia, dopo la guerra e la sua perdita apparente, non c’era altro modo per l’hitlerismo di continuare il combattimento se non sul piano esoterico. Per me, l’hitlerismo esoterico è stato il prodotto di una possessione da parte di un archetipo dell’inconscio collettivo che i Greci chiamavano Dei – tra i quali Apollo che per i tedeschi era Wotan e Vishnu o Shiva per gli indù – e la sua emanazione ed espressione nelle anime individuali e collettive dei veri guerrieri hitleristi. Ciò significa il nascere di una vera e propria nuova/vecchia religione, con tutti i requisiti, i suoi riti e miti che sono necessari per scoprire o riscoprire. L’evento principale è l’apparizione su questa terra della persona Adolf Hitler, l’ultimo Avatara, che è venuto a produrre questa enorme tempesta o catastrofe, al fine di risvegliare tutti coloro che sono addormentati e di iniziare una nuova era, che verrà dopo il Diluvio. Questo è il motivo per cui abbiamo iniziato a contare gli anni della nuova era dalla nascita di Adolf Hitler.

    Carl Gustav Jung, in una intervista prima della guerra, paragonò Adolf Hitler a Maometto. Non consideriamo Mohammed un politico? Egli era un profeta con enormi ripercussioni politiche in tutto il mondo. Ritengo che le ripercussioni delle visioni, dei pensieri e delle azioni di Adolf Hitler, per essere la più grande figura del mondo moderno, sarebbero impossibili da calcolare oggi. Se dovessimo pensare in modo indo-ariano, come fece Savitri Devi, dovremmo vedere in Adolf Hitler una incarnazione della divinità, un Avatara, come nel titolo del mio libro Adolf Hitler: l’ultimo Avatara.

    Come mai ha iniziato ad interessarti di hitlerismo, sia esoterico che essoterico?

    Miguel Serrano: Io sono passato all’hitlerismo dal socialismo, rimasi particolarmente colpito dall’assassinio di 62 giovani nazisti cileni in Cile che morirono in modo eroico nel 1938.

    Durante la guerra pubblicai una rivista chiamata La Nueva Edad (The New Age). Poi poco dopo, il mio maestro cileno, mi rivelò le radici segrete dell’hitlerismo e chi fosse Adolf Hitler in realtà – un mago che aveva il potere di viaggiare volontariamente fuori dal corpo e comunicare con gli altri esseri non-corporali.

    Questa forma di esoterismo implica l’uso di rituali o la venerazione?

    Miguel Serrano: Sì, è così. Qui in Cile abbiamo eseguito cerimonie pubbliche simili a quelle effettuate al Congresso di Norimberga, come la “Autos Sacramentales”, ma ora non si usa più farlo in pubblico. I rituali vengono eseguiti durante gli’equinozi e i solstizi. Inoltre, ci organizziamo in piccoli gruppi concentrandosi e focalizzando sul nostro Fuehrer o creando proiezioni mentali (elementali, forme pensiero) in contrasto alle forze nemiche per distruggerle o neutralizzarle.

    Crede che gli eventi possano venire influenzati con l’aiuto della magia, cioè, tramite rituali magici e la meditazione?

    Miguel Serrano: Sì, è possibile, ma si tratta di qualcosa di complicato e pericoloso. Il problema al giorno d’oggi è che il nemico lavora a livello mentale con la Cabala e con apparecchi elettronici (Takion) che usano la proiezione di particelle sub-atomiche, al fine di controllare le menti ( o con le odierne tecnologie del controllo mentale, nota mia ). Sì, oggi la guerra è perlopiù psicotronica, tecnotronica e cibernetica. La guerra principale è una guerra mentale chiamata Kama Manasica. Ciò significa che il nemico sta intervenendo nei processi mentali degli ariani, manipolando i loro pensieri e separando i corpi sottili – o creando interferenze – dai corpi fisici, alterando così anche il karma e lo sviluppo spirituale. In un certo senso il mondo intero è ipnotizzato da questi mezzi come anche da messaggi subliminali che si trovano in tutti i media di oggi, le droghe e le bevande come la Coca-Cola, Pepsi-Cola, ecc. Sì, la guerra mentale può essere combattuta solo con simili strategie. Naturalmente, per fare ciò si ha bisogno di una disciplina e di una formazione speciale, come quella delle SS esoteriche o gli antichi ordini religiosi militari del passato.

    Ci può spiegare in che relazione si trova il suo esoterismo con gli archetipi junghiani e i simboli come le rune?

    Miguel Serrano: Le rune sono simboli magici molto importanti ma il codice guida della loro interpretazione è andato perduto e il loro potere quasi distrutto dalla dannosa volgarizzazione e divulgazione da parte degli ebrei. È necessario salvarle, come ho fatto nel mio libro per esempio Adolf Hitler: l’ultimo Avatara. Dobbiamo utilizzarle sul piano mentale. Tuttavia, non è prudente parlare molto apertamente di tutto questo.

    Sappiamo che la sua posizione nella società le ha permesso di incontrare diverse grandi figure della letteratura e della scienza. Potrebbe descriverne alcune, anche in modo breve?

    Miguel Serrano: Il più notevole secondo me era Ezra Pound. L’ho conosciuto alla fine della sua vita. Viveva a Venezia dopo che aveva passato 13 anni internato in una clinica psichiatrica negli Stati Uniti. Egli fu rinchiuso lì per il suo sostegno alla Germania e all’Italia durante la seconda guerra mondiale. Ho, inoltre, incontrato il Dalai Lama nel momento in cui era intento a fuggire dal Tibet durante l’invasione comunista cinese. Era molto giovane, aveva 25 anni. Sono andato ad incontrarlo nelle Himalaya e lui si ricordava di me e quando ci incontrammo di nuovo al funerale di Indira Gandhi a Delhi, mi invitò ad andare a Dharmasala, dove viveva. Abbiamo avuto una conversazione molto interessante. È bene sapere che prima che il buddismo fu introdotto in Tibet, i tibetani erano una razza guerriera, e la loro religione, il Bo, faceva uso della stessa svastica dell’hitlerismo. Ancora oggi i servizi segreti di Inghilterra e Stati Uniti non sono stati in grado di capire i collegamenti reali e misteriosi esistenti tra il Tibet e gli’hitleristi della Germania. Il Tibet è caduto poco dopo la caduta del terzo Reich. Purtroppo, il Dalai Lama, è diventato ora un’altro prigioniero del globalismo e uno strumento degli ebrei. Ho avuto l’onore di conoscere anche altre personalità molto interessanti tra cui Jawaharlal Nehru e Indira Gandhi nel mondo politico, e Hermann Hesse e Carl Gustav Jung provenienti invece dal mondo letterario e scientifico. I primi due sono le figure politiche di più alto rilievo che ho potuto incontrare. Circa gli altri due, i miei pareri sono stati pubblicati nel mio libro CG Jung e Hermann Hesse: Memorie di due amicizie (C.G. Jung and Hermann Hesse: A Record Of Two Friendships).

    La prego di raccontarci in quale occasione e in che circostanze ha fatto la conoscenza di Carl Gustav Jung?

    Miguel Serrano: Nel mio libro spiego le circostanze che mi hanno portato ad incontrare Carl Gustav Jung. Gustav Jung scrisse la prefazione del mio libro, Le visite della regina di Saba. Penso che questo professore svizzero conosceva meglio di chiunque altro nel nostro tempo chi era veramente Hitler. Nel libro del professor William McGuire Jung Speaking, pubblicato dalla Princeton University Press, vennero citate tre interviste del professor Jung su Hitler. Una era per il London Observer, un altra per un giornale americano e la terza venne messa in onda su Radio Berlino, alla fine del 1938. In queste interviste Jung afferma che Hitler era posseduto dall’inconscio collettivo della razza ariana. Ciò significa che Adolf Hitler era il portavoce di tutto il mondo ariano. Questo tema straordinario viene illustrato e analizzato nel mio libro Adolf Hitler: l’ultimo Avatara.

    Sappiamo che Jung riconobbe il Nazionalsocialismo come una rinascita dello spirito di Wotan tra il popolo germanico. Secondo lei Jung, l’influenza di questo archetipo, la percepiva come un fenomeno negativo o positivo?

    Miguel Serrano: Il professor C.G. Jung era un grande pensatore ma era uno svizzero e quindi una personalità contraddittoria, molto diverso nel carattere rispetto ad Heidegger come un dato di fatto. Subito dopo la guerra cominciò a cambiare e fece delle dichiarazioni molto vergognose su Hitler e sul popolo tedesco. Non ero al corrente di queste sue dichiarazioni fino a poco tempo fa, cosa che mi ha fatto perdere completamente la mia ammirazione e stima in lui. Inoltre, C.G. Jung, non capiva nulla di Odinismo e delle rune. Penso che fu a causa delle sue origini fortemente cristiane. Suo padre era un pastore luterano, così come lo era stato il padre di Hermann Hesse, Holderlin e, se non erro, il padre di Nietzsche. Queste situazioni creano degli enormi conflitti interni i quali hanno portato alla pazzia gli ultimi due personaggi elencati. Jung ne sapeva di sicuro su “Meister Eckhart” e lo gnosticismo. D’altra parte era un massone, come molti dei luterani lo sono.

    Tuttavia Jung, da come la vedo oggi, posso dire che era un uomo furbo e un opportunista. Quando Adolf Hitler era in pieno potere e il Nazionalsocialismo nel pieno delle sue forze, Jung coniò il concetto dei “due inconsci collettivi”, che era un’arma letale contro gli ebrei, così come per i freudiani. Dopo la guerra questo concetto sparì dai suoi scritti quasi completamente che al giorno d’oggi sia quasi impossibile di trovare volumi delle sue opere complete. Ho un libro pubblicato in Argentina nel 1939 con il nome di El Yo Y El incosciente ( L’io e l’inconscio ), dove la teoria dei due inconsci collettivi viene spiegata. Inoltre, Jung prese una donna ebrea come segretaria.

    Alcuni amici di Jung, come Van der Post, dichiararono che Jung entrò in conflitto con il regime nazionalsocialista. Quali erano i veri punti di vista di Jung rispetto al nazionalsocialismo negli ultimi anni della sua vita?

    Miguel Serrano: Questa dichiarazione di Van der Post, in cui sostenne che C.G. Jung entrò in conflitto con il regime nazionalsocialista, è totalmente falsa. Non ha mai avuto alcun contatto diretto con il regime. Lui fu il presidente della società psichiatrica di Berlino prendendo il posto del dottor Goering, fratello di Hermann Goering. C.G. Jung provò solo a ingraziarsi i nazionalsocialisti sul momento, ma appena dopo la sconfitta dei nazisti ritrattò tutto, per compiacere gli ebrei. Mentre Heidegger o Ezra Pound non tradirono mai. È a causa di questo fatto che ho dichiarato che anche se ammiro in parte il pensiero di Jung, non lo ammiro come persona, il suo carattere.

    Quali sono state le circostanze in cui ha conosciuto Ezra Pound?

    Miguel Serrano: Ho incontrato Ezra Pound per la prima volta a Venezia. Era già muto, al momento, ma ha rotto il suo silenzio con me. Ho descritto questo incontro nei mie libri “Il cordone dorato” e “Adolf Hitler – L’ultimo avatara“.

    Ezra Pound si dice che abbia ripudiato le sue idee filo-fasciste verso la fine della sua vita, e di aver rimpianto dichiarazioni fatte in precedenza. È vero?

    Miguel Serrano: È assolutamente falso che Ezra Pound si sia distanziato dalle sue idee filo-fasciste verso la fine della sua vita. Lui non parlava o scriveva quasi a nessuno, quindi, li sarebbe stato impossibile farlo. Credo che fosse in un silenzio volontario in modo che nessuno lo avrebbe potuto costringere a fare delle dichiarazioni involontarie. Alla fine della sua vita egli rimase fedele ai suoi ideali, e disse: “Sii fedele ai tuoi vecchi sogni in modo che il nostro mondo non perda la speranza.” Purtroppo, Ezra Pound fu circondato da persone che lo amavano (come Olga Rudge) ma che non erano in grado di capirlo. Il principe italiano Ivancici, un amico di Hemingway, era anche tra coloro che non lo capivano bene, infatti invitò il rabbino di Venezia al funerale di Ezra Pound che ovviamente rifiutò l’invito. Forse stavano cercando di convincere gli ebrei a dargli un premio postumo Nobel… che peccato! In ogni caso, Ezra Pound, Knute Hamsun, Arno Breker ed io siamo felici e onorati di essere emarginati e dannati nel mondo ebraico presente.

    Qual’è la sua opinione circa l’opera filosofica di Savitri Devi?

    Miguel Serrano: Savitri Devi è uno dei più grandi guerrieri dopo Adolf Hitler, Rudolf Hess e Joseph Goebbels. Inoltre, fu la prima a scoprire il segreto e la forza spirituale dietro all’hitlerismo. Ha immaginato una nuova religione e inaugurò un santuario per Hitler in India. Era, come io stesso sono, anti-cristiana. Lei iniziò, completamente da sola, tutto ciò che si sta tutt’ora sviluppando. Non è una semplice coincidenza che i cattolici spagnoli pubblicarono un attacco contro Savitri Devi, Otto Rahn e me. Era molto tardi nella sua vita quando abbiamo iniziato a scriverci ogni tanto. Ci incontrammo quasi in europa ma arrivai purtroppo pochi giorni dopo la sua morte. Penso che Savitri Devi rimarrà per sempre sacerdotessa maggiore di tutti i sacerdoti dell’hitlerismo esoterico – i sacerdoti di Wotan.

    Molti scrittori sull’occulto hanno fatto riferimenti sui presunti legami tra il Terzo Reich e il Tibet. Lei può confermare personalmente che tali legami siano esistiti?

    Miguel Serrano: Non è molto risaputo ma tra Adolf Hitler e Sven Heding, l’esploratore svedese dell’Himalaya, c’era un legame personale. Entrambi erano interessati nel trovare la via più corta in cui connettere geograficamente la Germania con il Tibet – Berlino e Lhasa. Nel mondo spirituale, il rapporto tra Berchtesgaden e Lhasa esisteva anche prima di Hitler, magicamente.

    Ci sono molte leggende circa i tibetani e la battaglia del Bunker. È un dato di fatto che la missione dei tibetani fu sempre quella di preservare e proteggere l’ingresso alla Terra Cava, come anche gli Inca in America. Il vero legame tra il Tibet e il Terzo Reich era la svastica “levogiro”, poiché la direzione di questa svastica è la stessa di quella della religione Bo dell’epoca pre-buddista del Tibet, che fu una religione ariana dei Dropas di Iperborea.

    Mr. Serrano, potrebbe dirci come si caratterizzano le moderne società liberali e in che misura questi sistemi soddisfino i prerequisiti che permettano una crescita spirituale da parte dell’uomo?

    Miguel Serrano: Non vi sono differenze tra le moderne società liberali e quelle vecchie, essendo entrambe – come il comunismo marxista – creazioni e strumenti del giudaismo internazionale. È assolutamente impossibile che in questi sistemi vi siano possibilità per l’individuo di evolvere spiritualmente. Anzi, al contrario, questi sistemi sono stati creati dagli ebrei per distruggere le società dei non-ebrei e la loro spiritualità.

    Quali erano secondo lei le correnti esoteriche che stavano dietro al partito nazista e il terzo Reich?

    Miguel Serrano: L’hitlerismo, come direbbe Otto Rahn, era luciferino. Lucifero è la Stella del Mattino. Sono un luciferino, nel senso che Lucifero è la Stella del Mattino, “la più bella luce”, e la Stella del Mattino è la Dio/Dea Venere. È più di un semplice pianeta, è una cometa che si è fermata nella posizione in cui si trova ora, al fine di ricordare agli uomini divini della propria origine spirituale, e di mostrare loro il modo di recuperarla. Là su Venere si trova ora Adolf Hitler insieme a un piccolo gruppo di élite con cui riuscì a fuggire dalla Terra alla fine della guerra. Contrariamente a idee sbagliate, Lucifero non ha nulla a che fare con il “satanismo”, che è manipolato dai servizi segreti come la CIA, l’M-12, l’Intelligence Service e il Mossad, ecc., al fine di distruggere la vera corrente spirituale e l’Archetipo di Hitler. Il vero esoterismo dietro Hitler e la piccola elite che lo circondava era un esoterismo scientifico di altra scienza e tecnologia. La quale si basa principalmente sul principio dell’implosione, che permette all’UFO di viaggiare tra diverse dimensioni, e qui si capisce la necessità assoluta di perdere la guerra a livello materiale, per passare in un mondo parallelo, o per meglio dire, in un altra dimensione (place-situation).

    Il regime NS mise al bando la massoneria e le società segrete compresa la società Thule che fu coinvolta nella fondazione del NSDAP. Perché queste società segrete vennero bandite?

    Miguel Serrano: Il regime del terzo Reich vietò anche la società Thule e altri ordini occulti perché giravano troppe vecchie sciocchezze in questi club esoterici, come anche connessioni con società massoniche come la Golden Dawn, il satanismo di Aleister Crowley, l’omosessualità e altro. Il Fondatore della “Thule“, von Sebottendorff, ebbe connessioni con la massoneria turca.

    Subito dopo che il terzo Reich salì al potere scappò a Istanbul dove si dice si sia suicidato nel Bosforo, nel 1945, alla fine della guerra. Probabilmente fu ucciso dai servizi segreti, dopo essere stato manipolato e usato da loro durante la sua vita. Qualcosa di simile successe a Karl Haushoffer.

    Questo non significa che nella Società Thule non vi erano grandi personalità, a partire da Rudolf Hess, Alfred Rosenberg e Gottfried Feder, il vero creatore dell’economia del Terzo Reich.

    Ritiene che le SS siano state un ordine esoterico, come alcuni autori sostengono?

    Miguel Serrano: Le SS vennero molto influenzate dall’ordine templare, come riferitomi da Julius Evola. C’era un’élite SS che praticava il tantrismo (naturalmente questo non aveva alcun legame con lo stile californiano del tantrismo e tendenze simili). Le SS non ebbero abbastanza tempo per raggiungere i loro obiettivi. Ma in ogni caso, cercarono di produrre l’uomo completo (Over-man) utilizzando l’alchimia del sangue– l’uomo assoluto.

    Considerando che lei oggi sia uno dei massimi esponenti del pensiero filosofico nazista, cosa rappresenta – come movimento politico e spirituale – il nazionalsocialismo per lei?

    Miguel Serrano: Questa domanda è connessa alla sua domanda precedente. Il Socialismo Nazionale – come creato e introdotto da Adolf Hitler – lo considero l’unico sistema in tutta la storia del mondo che diede al popolo di non ebrei una soluzione al problema del capital liberalismo e marxismo.

    Adolf Hitler cambiò tutto. Mise fine all’usura e il gold standard, sostituendolo con un sistema in cui i lavoratori e il loro lavoro erano la cosa più importante. L’idea più geniale fu la distruzione dell’usura, perché è l’interesse che permette all’ebreo di vivere senza lavorare, sempre a fare l’intermediario tra il produttore e il consumatore. È stato un colpo terribile tale al sistema ebraico liberale e al marxismo ebraico che dichiararono che una guerra mondiale sarebbe stata necessaria al fine di distruggere Adolf Hitler. Gli interessi sul capitale erano una cosa sacra per questi due sistemi.

    Concentrandosi sugli aspetti sociali piuttosto che preoccupazioni economiche, e tramite anche l’abolizione dell’usura, tutto cambiò automaticamente. Nella società si dava più importanza alla vita spirituale e l’economia veniva messa al secondo posto. Durante il breve periodo del Terzo Reich abbiamo potuto vedere la più fantastica esplosione in tutte le sfere spirituali e intellettuali: architettura, arte , filosofia e scienza.

    Ritiene che il nazionalsocialismo sia nato esclusivamente come fenomeno per soddisfare le esigenze del 20° secolo, o che fece più ampiamente parte di una tradizione esoterica?

    Miguel Serrano: Ci fu un nazionalsocialismo essoterico solo fino al 1945. Dopo tale data, alla fine della guerra, ciò che seguì fu l’hitlerismo esoterico, che nessuno sarà mai in grado di fermare perché è la “costellazione” e la rivelazione di un archetipo che si è incarnato nella persona di Adolf Hitler, che è immortale. Non è un “feticismo” per adorare o essere al servizio di un archetipo. Al contrario, questo significa essere un fondatore o un sacerdote guerriero di un nuova-vecchia religione.

    Albert Kami disse: “Il 21° secolo sarà il secolo della fede o non esisterà.”; Alla fine del 21° secolo vi sarà un secolo di fede o saremo caduti nel baratro in cui il capitalismo mondiale ci sta spingendo?

    Miguel Serrano: Per essere onesti, io non sono molto sicuro su tutto ciò che riguarda il 21 ° secolo. Siamo nel Kali Yuga, l’età oscura, o l’età del ferro dei Greci, e stiamo vivendo un’involuzione accelerata. Se crediamo in questo, penso che le possibilità di creare una nuova religione al momento siano molto scarse. Politicamente non c’è una soluzione, a meno che non ci sia un intervento da parte degl’hitleristi che sopravvissero alla catastrofe della seconda guerra mondiale, e che furono in grado di creare una nuova scienza e tecnologia. Noi hitleristi esoterici crediamo in questo. Sarà il fenomeno magico che attendiamo. Ma questo non significa che non continueremo a lottare fino alla fine per i nostri ideali, anche se siamo molto realistici circa l’oscurità del prossimo futuro.

    Come sappiamo lei ha dedicato la propria vita all’hitlerismo esoterico. Può dirci brevemente – per i nostri lettori che sentono per la prima volta il termine hitlerismo esoterico – di che cosa si tratti esattamente?

    Miguel Serrano: Il termine esoterismo deriva dal greco e si riferisce a Dio. L’hitlerismo esoterico è ciò che trascende il campo della politica, e , in un modo o nell’altro, entra in contatto con il senso e i simboli spirituali. Noi crediamo che se il mondo non è ancora giunto al suo termine è dovuto al fatto che l’hitlerismo si trasformò in una nuova fede religiosa, in grado di cambiare l’uomo materialista di oggi in un nuovo eroe idealista, per il quale l’aldilà è importante quanto la vita stessa. Questo era l’atteggiamento degli eroi alle Termopili che combattevano per l’onore e il dovere – di Dharma. Se solo fosse possibile sviluppare in tutto il mondo un atteggiamento eroico, una sorta di Ordine di Guerrieri – sacerdoti della nuova religione, dell’hitlerismo–, il mondo potrebbe essere salvato e il materialismo distrutto. L’hitlerismo esoterico è una totalmente nuova visione del mondo ( Weltanschauung ), una Cosmogonia. Le SS provarono a trasmutare l’uomo in superuomo, in Sonnenmensch o uomo-sole, un uomo che si ricordasse ancora una volta delle proprie origini divine. Si tratta di un vecchio concetto ariano, che non è dissimile al pensiero greco tradizionale e l’iniziazione ai Misteri di Apollo e Dioniso. I Greci Dori avevano nostalgia di Iperborea e così fanno anche gli’hitleristi.

    È l’hitlerismo esoterico la nuova religione in arrivo? E se sì, sarà l’inizio di una nuova era?

    Miguel Serrano: Penso che ho già risposto in precedenza a questa domanda. Naturalmente, se vi è la possibilità di una nuova religione, sarà l’hitlerismo. Tutti gli elementi sono presenti: l’incarnazione dell’Archetipo. E quando l’archetipo agisce siamo costretti a lavorare per il suo successo, anche i nostri nemici stanno lavorando per tali scopi. Nulla può fermare l’archetipo. Senza saperlo, noi trionferemo alla fine. Ma, voglio dire che ritengo che l’hitlerismo sia molto più di una religione, è un modo per trasmutare un eroe in un dio.

    Mr. Serrano, qual’è la situazione attuale in Cile per quanto riguarda il movimento nazionalsocialista?

    Miguel Serrano: Il Movimento nazionalsocialista in Cile sta seguendo gli eventi con molta ATTENZIONE. La cospirazione internazionale ha i Suoi archetipi ed è in Sud America per applicare li Stessi Metodi Impiegati dal sionismo internazionale. Il Fondo Monetario Internazionale e la Banca Mondiale continueranno ad imporci il Loro piano per il Terzo Mondo. Pinochet ha rappresentato questi poteri Internazionali e il regime democratico attuale continuerà a svolgere le stesse politiche fino alla fine. Noi resisteremo e combatteremo con tutti i mezzi a nostra disposizione.

    Che cosa pensa di coloro che si definiscono socialisti nazionali ma che stanno seduti in un una stanza a fissare foto del passato senza affrontare i problemi di oggi e cercare di cambiare la situazione attuale?

    Miguel Serrano: Penso di aver già risposto a questa domanda. Noi hitleristi esoterici conosciamo la legge della sincronicità, che significa avere accesso a dimensioni diverse, qua e là – nel mondo filosofico e nel mondo dell’azione. Un pensiero non è sano senza essere in grado di materializzarsi in azione. Come diceva Nietzsche, “Per un albero per raggiungere il cielo con i suoi rami, deve prima toccare l’inferno con le sue radici.“

    Qual è la sua opinione riguardo al “neo-nazismo” che spesso sembra essere influenzato da un superficiale bigottismo stile americano piuttosto che una filosofia europea più profonda? Qual è la sua opinione riguardo a leader neo-nazisti come George Lincoln Rockwell?

    Miguel Serrano: Io non parlerò male di Rockwell. Penso che sia stato toccato anche lui dal fulmine dell’archetipo e fu ucciso per rinascere e fare parte dell’ultimo battaglione. Il suo fedele seguace Matt Koehl ha cercato duramente di mantenere qualche scintilla del fuoco vitale, anche in mezzo a questo stile di vita americano terribilmente superficiale e bigotto.

    Come vede lei il cristianesimo in relazione al nazionalsocialismo, considerando che molti leader come Léon Degrelle erano cattolici?

    Miguel Serrano: L’hitlerismo e il cristianesimo sono completamente opposti, come anche il paganesimo e il cristianesimo lo sono. Il cristianesimo è stato completamente rovinato dal giudaismo. Devo dire che pure il mio carissimo amico e camerata Léon Degrelle, iniziò ad avere grandi dubbi verso fine della sua vita. E fu per questa ragione che su disposizione speciale, chiese di essere cremato come Baldur. Questa fu una decisione da ariano, non da cristiano.

    Qual’è il suo punto di vista riguardo l’aspetto metafisico dell’origine delle razze o sulla teoria evolutiva darwiniana?

    Miguel Serrano: Sono contrario a Darwin nella mia concezione razziale. Non ho un punto di vista evolutivo ma involutivo. Che peccato che i miei libri Adolf Hitler: L’ultimo avatara e Manu: l’uomo che verrà non siano ancora stati pubblicati in inglese, perché in quei libri si trovano informazioni sulla Cosmogonia orfica e hitlerista. Spiriti -o dovrei forse dire esseri- entrati in questo mondo materiale al fine di combattere il Demiurgo sul piano fisico, che è il vero creatore di Satana-Yahweh-Geova, che a sua volta ha creato il robot genetico, l’ebreo, per contaminare il pianeta Terra. La prima incarnazione terrestre di questi spiriti ha avuto luogo in un corpo polare o razza Iperborea. Da lì, verso il dramma dell’involuzione del meticciato della razza pura con gli esseri terresti originali. Poi vennero gli ariani, che significa “nato due volte”, cioè, coloro che cercano di recuperare la purezza del “primogenito.” Questo è il vero significato del razzismo.

    Lei, se non mi sbaglio, è un adoratore di Shiva. In che misura è il nazionalsocialismo un riflesso della cosmologia indù, come descritto per esempio da Savitri Devi?

    Miguel Serrano: Shiva e Wotan sono in realtà la stessa entità. Entrambi non furono in principio altro che gli eroi della razza Polare o Iperborea, l’incarnazione dell’Archetipo. La leggenda li fece diventare degli dei. La prima razza pura possedeva il potere chiamato Odil o Vril, che ora è andato perduto. Il compito degli hitleristi esoterici è quello di cercare di recuperare questo potere e diventare noi stessi come Shiva o Wotan di nuovo – l’uomo completo.

    Lei vede la storia come ciclico che si ripete e se sì, ritenete, come Oswald Spengler, che il declino dell’occidente sia inevitabile? Dovremmo cercare di “salvare l’ Occidente” o, come diceva Nietzsche, “accelerare la caduta” in modo che qualcosa di nuovo possa emergere?

    Miguel Serrano: Penso che la visione della storia come un fenomeno ciclico presente nella filosofia indù e greca sia il modo appropriato di vedere la storia. L’ eterno ritorno. Siamo ormai alla fine del ciclo, del Kaliyuga. È come un raccolto, il numero esatto di chicchi è maturato e sono stati in pochi a riuscirci. Una nuova era porterà il sole di nuovo, in una nuova terra, o nell’anima della terra attuale così da impedirle di perire con tutto il resto. Il numero esatto dei salvati hanno lasciato il campo di battaglia a bordo di un UFO – questa macchina spirituale – con Hitler, il Fuhrer, Wotan/Shiva. Penso che Spengler non abbia capito a fondo il concetto dei cicli Indù e greci, riducendoli a qualcosa di meccanico e biologico che fa il suo corso di crescita e di morte. Egli parla di una decadenza della civiltà occidentale , quando in realtà si tratta di una crisi di tutto il pianeta terra. Riguardo all’”accelerare la caduta” penso che sia veramente ridicolo pensare in questi termini, perché non è assolutamente necessario. L’accelerazione del tempo porterà alla fine anche molto prima di quanto ci si aspetta.

    Come vede l’attuale situazione mondiale, con la spinta verso un “Nuovo Ordine Mondiale”, l’egemonia americana e della cultura consumistica globale?”

    Miguel Serrano: Gli ebrei stanno pianificando il cosiddetto Nuovo Ordine Mondiale fin dall’inizio dei tempi. La “cultura del consumatore globale” è il mezzo per raggiungerlo – è già qui. Con la fine della Russia bolscevica il capitalismo internazionale sta distruggendo i confini nazionali e stati sovrani. Poco dopo arriverà la fine del capitalismo di carta, di plastica e della valuta elettronica. Il “globalismo tecnotronico, elettronico e cibernetico servirà molto bene ad imporre la dittatura mondiale di Yehova, insieme con la realtà virtuale e la tecnologia informatica. Con la realtà virtuale gli ebrei pensano di aver scoperto un dispositivo magico in grado di dare il colpo di grazia alla realtà effettiva, a Madre Natura, in modo che neppure la Natura potrà difendersi e venire distrutta insieme a tutto il resto. Spero che capiate quanto sia orribile e diabolico tutto ciò.

    In relazione a tutto questo vorrei inoltre affermare con estrema chiarezza che sono assolutamente contro le persone che giocano come bambini con la parola “satanismo” e ” diabolico”, e peggio ancora quelli che mettono in relazione queste cose con l’hitlerismo. Molti satanisti non sanno neanche di venire manipolati con tecnologie per il controllo mentale e di essere solo dei burattini ipnotizzati della CIA, il MOSSAD e altre organizzazioni. La guerra dell’Hitlerismo esoterico non si svolge solo sul piano materiale e sulla terra, ma in tutto l’universo, contro i servi del Demiurgo ( Aoni schiavi ). Si tratta di una guerra terribile ma gloriosa e non abbiamo tempo per le persone che non fanno altro che danneggiare la nostra causa con tutte quelle assurdità arrivate dalla California, come il “satanismo” della sionista America e della sionista Inghilterra.

    Come lo vede lei il futuro d’Europa? L’Europa ha un’anima comune che può superare le differenze?

    Miguel Serrano: Alla fine della seconda guerra mondiale le SS resero pubbliche le carte di Charlottenburg, in cui veniva introdotto il concetto di un vero e proprio “Nuovo Ordine Mondiale” formato da patrie etniche o raggruppamenti naturali di stock razziali e linguistici. Fu pubblicata anche una mappa d’Europa in cui tutti i confini artificiali creati dopo la prima guerra mondiale, venivano aboliti. Con la perdita sul piano materiale della seconda guerra mondiale, la carta di San Francisco fu invece approvata, e cioè le Nazioni Unite in cui tutte le razze si mescolano in modo da venire controllati meglio dagli ebrei. Questo è il “globalismo” del mondo innaturale e mostruoso di oggi.

    Qual’è il ruolo della Russia nella scena internazionale? Molti liberali e sionisti hanno paura di un’acquisizione del potere in Russia da parte dei “fascisti”. Lei pensa che sia probabile?

    Miguel Serrano: Ho sempre i miei dubbi quando si parla della Russia, c’è un pizzico di follia in questa zona del mondo, sicuramente dovuta alla mescolanza con la razza mongola e gialla. La “Carta di Charlottenburg” prevedeva per la Russia una profonda divisione etnica: lo stock vichingo e tedesco con l’Europa e il resto con l’Asia, la Mongolia e la Cina. Al fine di potere avere una forma di fascismo o nazismo in Russia è necessario prima capire il problema razziale.

    La giunta militare cilena venne descritta come “fascista” ma permise alle multinazionali di instaurarsi nel paese e adottò il modello economico liberal-capitalista di Milton Friedman. Qual’è la sua opinione a riguardo?

    Miguel Serrano: La Giunta fu un disastro per il Cile, come tutti i militari professionisti lo sono. L’Hitlerismo e il nazismo furono completamente l’opposto di una dittatura militare. Franco era un traditore che distrusse la Falange come Gen. Vargas distrusse l’integralismo fascista in Brasile; Antonescu distrusse la guardia di ferro in Romania, i militari in Cile contribuirono ad uccidere i giovani nazisti nel 1938, e Pinochet aiutò gli ebrei ad entrare in Cile come anche il liberal-super-capitalismo di Friedman. Mi sono opposto sempre apertamente al regime di Pinochet, che era una dittatura totalmente diversa da quella nazista. L’Hitlerismo è una concezione cosmogonica, una Weltanschauung totalitaria e teocratica, in opposizione alla concezione cosmogonica totalitaria demoniaca degli ebrei.

    Cosa pensa lei dell’Islam che sembra attualmente essere l’unica grande forza al mondo che si oppone al consumismo globale e all’usura?

    Miguel Serrano: La mia visione dell’Islam non è favorevole per niente. Sono dei fanatici monoteisti e noi siamo pagani e politeisti. Noi siamo più “vivi e lascia vivere”. Noi ci sentiamo aggrediti da queste forme di monoteismi e fanatismi. Gli islamici non vedranno mai in noi i loro fratelli quindi non penso si possa contare su di loro come alleati.

    Come lo vede lei nel futuro, il nazionalsocialismo?

    Miguel Serrano: In questo momento non è possibile prevedere la prospettiva di una rinascita degli Hitleristi. L’unica cosa che posso dire è che io sono sempre sorpreso dal fatto che nonostante i decenni di propaganda e lavaggio di cervello, i giovani continuano a riscoprire Hitler e il nazionalismo, come se fossero “reincarnati” al fine di continuare la lotta su questa terra. Questo mi dà speranza e nuove energie per continuare la lotta. Hitler come anche la svastica sono dei simboli immortali e indistruttibili, nutriti da archetipi dai poteri duraturi. L’Archetipo farà il lavoro da solo, anche senza esserne a conoscenza e molto al sopra della nostra volontà e la durata di vita limitata. Questa è la nostra speranza, la nostra fede, è l’unica cosa che so.

    Quale sarà secondo lei il destino dell’umanità?

    Miguel Serrano: Ho risposto prima a questa domanda. Non vi è destino per tutta l’umanità, solo per alcuni. Per recuperare la propria divinità in piena consapevolezza -non come degli “Dei inconsci”- e divenire uomini totali nel senso dell’individuazione junghiana, un Dio cosciente di se stesso, cosa che è possibile raggiungere solo su questa terra. E raggiungere questo stato è lo scopo dell’hitlerismo esoterico. Quando si arriva a un tale stato, si diventa l’UFO o il Vimana stesso, senza bisogno di una nuova scienza esterna o di una nuova tecnologia, perché si ha raggiunto un mondo parallelo o una altra dimensione in cui si incontrerà il Fuhrer e i guerrieri dell’ultimo battaglione. Questa sarà la colonizzazione dello spazio reale come la massima espressione dell’anima faustiana.

    Mr. Serrano, alcun commento o conclusione finale?

    Miguel Serrano: Voglio dire ai giovani camerati di lingua inglese e tedesca che nessuna di queste cose sarà mai ottenuta se non intraprenderemo un combattiamo, una battaglia sincronistica anche a livello fisico contro il Grande Nemico anche a costo di perdere la nostra vita temporanea terrena. In questo siamo simili ai musulmani che se muoiono in battaglia raggiungono il paradiso (questa usanza la presero dai persiani che erano ariani). Noi crediamo che se siamo messi a morte o uccisi per i nostri ideali e per la nostra causa andremo nel Valhalla dove Wotan e la nostra Valchiria ci daranno cento volte quello che non siamo riusciti a raggiungere nella nostra vita da guerriero sulla Terra… ma solo se siamo veri guerrieri dell’hitlerismo esoterico!

    Bibliografia di Miguel Serrano

    • Antología del verdadero cuento en Chile. Santiago, 1938
    • Un discurso de América del sur, 1939
    • La época más oscura, 1941
    • La Antártica y otros mitos, 1948
    • Ni por mar, ni por tierra, 1950
    • Quien llama en los hielos. 1957
    • Las visitas de la Reina de Saba, 1960 (ed. italiana: Le visite della Regina di Saba, Settimo Sigillo-Europa Lib. Ed, 2005)
    • Los misterios, 1960
    • La serpiente del paraíso, 1963
    • El círculo hermético: De Hermann Hesse a Carl Gustav Jung, 1965 (ed. italiana: Il cerchio ermetico. Carl Gustav Jung e Hermann Hesse”, Astrolabio Ubaldini, 1976)
    • La flor inexistente, 1969 (ed. italiana: Il fiore inesistente, Settimo Sigillo-Europa Lib. Ed, 2013)
    • Elella: Libro del amor mágico, 1973 (ed. italiana: Luilei libro dell’amore magico, Settimo Sigillo-Europa Lib. Ed, 2013)
    • Nietzsche y el eterno retorno, 1974
    • El cordón dorado: Hitlerismo esotérico, 1978 (ed. italiana: Il Cordone Dorato. Hitlerismo esoterico, Settimo Sigillo-Europa Lib. Ed, 2007)
    • NOS. El Libro de la Resurrecciòn, 1980 (ed. italiana: Noi il libro della resurrezione, Settimo Sigillo-Europa Lib. Ed, 2013)
    • Nietzsche y la danza de Siva, 1980 (ed. italiana: Nietzsche e la danza di Shiva, Settimo Sigillo-Europa Lib. Ed, 2013)
    • Los protocolos de los sabios de Sión y su aplicación en Chile, 1981
    • Adolf Hitler: L’ultimo Avatara, 1982 (ed. italiana: Adolf Hitler: L’ultimo Avatara, Settimo Sigillo-Europa Lib. Ed, 2010)
    • El ciclo racial chileno, 1982
    • Nacionalsocialismo: única solución para los Pueblos de América del Sur, 1986
    • La resurrección del héroe, 1986 (ed. italiana: La resurrezione dell’Eroe, Settimo Sigillo-Europa Lib. Ed, 2009)
    • Contra la usura, 1987
    • El Plan Andinia. Estrategia Sionista para apoderarse de la Patagonia Argentina y Chilena, 1987
    • Informe Leuchter. Fin de una mentira. Cámaras de gas: holocausto judío, 1989
    • Manú, “por el hombre que vendrá”, 1991 (ed. italiana: Manu. Per l’uomo che verrà, Settimo Sigillo-Europa Lib. Ed, 2012)
    • El nuevo orden transnacional y la Patagonia, 1991
    • No celebraremos la muerte de los dioses blancos, 1992
    • Defendamos nuestra Patagonia, 1992
    • Los ovnis de Hitler contra el nuevo orden mundial, 1993
    • Mi lucha, Adolf Hitler (Primera edición casi completa en castellano), 1994
    • Nuestro Honor se llama Lealtad, 1994
    • Conspiración mundialista y traición a Chile, 1994
    • Conspiración mundialista II. Laguna del desierto y nafta (separata), 1994
    • Imitación de la verdad: ciberpolítica, internet, realidad virtual, telepresencia, 1996
    • Memorias de El y Yo. Tomo I: Aparición del “Yo”. Alejamiento de “El”, 1996
    • Memorias de El y Yo. Tomo II: Adolf Hitler y la Gran Guerra. 1997
    • Memorias de El y Yo. Tomo III: Misión en los Transhimalaya 1998
    • Memorias de El y Yo. Tomo IV: El Regreso. 1999
    • Se acabó Chile: La estrella de Israel reemplaza a la Estrella de Chile, 2001
    • El hijo del viudo, 2003 (ed. italiana: Il figlio del Vedovo, Settimo Sigillo-Europa Lib. Ed, 2005)
    • La entrega de la Patagonia mágica, 2003
    • Hipocresía: La tortura en Chile, 2005
    • Maya: La realidad es una ilusión, 2005

    Fonti:

    • Blacksuninvictus
    • Miguel Serrano – Il cordone dorato, hitlerismo esoterico

    Posted by blacksun-sole-nero @ 22:34

    Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,

1 Comment to Breve biografia con intervista di Miguel Serrano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *